ernia diaframmatica, sintomi di diaframma lacerato.

ernia diaframmatica, sintomi di diaframma lacerato.

Anche se ernia diaframmatica è una lesione rara nel cavallo, ma rappresenta il 0,67% e il 7,77% di tutti i casi chirurgici equini [1]. Abbiamo avuto otto casi di ernia diaframmatica presso il nostro ospedale tra il 1998 e il 2005; chirurgia addominale è stata eseguita in sei di questi casi. Questi sei interventi chirurgici rappresentano il 1% di tutti i casi di colica chirurgici durante tale periodo; questo tasso è simile a percentuali riportate per invaginazione ileo-cecale (1,3%) e impaction piccolo colon (1,3%), che non sono considerate rare [2]. Così ernia diaframmatica dovrebbe essere incluso nella diagnosi differenziale di cavalli che si presentano con dolore addominale.

Per definizione, in una vera ernia, gli organi migrazione sono contenuti all’interno di un sacco erniario, che, in assenza di un sacco erniario, la condizione è definita come un falso un’ernia o rottura [3]. La maggior parte delle ernie diaframmatica congenita (CDH) e tutti ernia diaframmatica acquisite (ADH) sono falsi ernie. Così il diaframmatica rottura termine o lacerazione del diaframma può essere più preciso di ernia diaframmatica per descrivere la condizione comunemente visto nei cavalli. Tuttavia, a causa della sua prevalenza in letteratura, l’ernia diaframmatica termine è usato più comunemente.

ernia diaframmatica spesso rappresenta una sfida diagnostica. La condizione è generalmente acquisito, ma sono stati riportati casi congeniti. La storia rivela spesso un evento potenzialmente causale, come traumi o distocia, che ha provocato un aumento della pressione intra-addominale. Gli intestini sono tipicamente discale, ma altri visceri possono essere coinvolti. I segni clinici più spesso includono dolore addominale, ma possono includere compromissione respiratoria. Il grado di dolore addominale è spesso grave, e garantire un accurato diagnosi preoperatoria è sufficientemente difficile, che la diagnosi corretta è spesso fatta durante l’intervento o all’autopsia. La diagnosi può essere ancora più difficile nei cavalli che presentano compromissione respiratoria lieve o altri segni clinici vaghi [4]. Postmortem ernia diaframmatica può verificarsi anche a causa di un trauma post-mortem o per fermentazione batterica che causa gonfiore intestinale e porta ad un aumento della pressione addominale [5]. Queste lesioni di solito si trovano sulla linea mediana ventrale appena dorsale al processo xifoideo. consapevolezza della condizione Maggiore, in combinazione con astuta osservazione clinica e il miglioramento della disponibilità e della qualità della diagnostica per immagini, può portare alla prima diagnosi preoperatoria di ernia diaframmatica.

Anatomia

Causa

Congenita ernia diaframmatica

Un recente rapporto ha descritto Morgagni ernia diaframmatica in tre cavalli [9]. Questi cavalli hanno avuto grandi (circa 20 a 30 cm di diametro), ernie ventrali destra lati con un sacco erniario completa precludendo la comunicazione diretta tra l’addominale e le cavità toracica. Tutti i cavalli hanno mostrato dolore addominale, e nessuno ha mostrato alcun compromesso le vie respiratorie. Gli autori hanno suggerito che i casi di ernia diaframmatica ventrale lato destro descritto in precedenza con un sacco erniario completa [10] sono meglio definiti come ernie Morgagni. L’origine embryologic di Morgagni ernie si presume essere fallimento del pleuroperitoneal pieghe di fondersi con trasverso setto.

L’età dell’animale è un criterio utile quando ernia diaframmatica è evidente in corrispondenza o subito dopo il parto [12]. Tuttavia, poiché i segni clinici associati con ernia diaframmatica può essere ritardata per anni, può essere difficile stabilire se un difetto è congenita o acquisita basata esclusivamente sull’età del paziente [13]. Alcuni casi di ernia diaframmatica in adulti e anche i cavalli geriatrici si presume siano congenite se l’animale non ha una storia di trauma, l’apertura è nella parte dorsale sinistra del diaframma, e il difetto ha arrotondati, bordi sottili. L’esame istologico dei difetti congeniti del diaframma rivela liscia, bordi arrotondati e una mancanza di infiammazione o di fibrosi eccessivi [14].

dimensione dei difetti. CDH varia nel formato da completa agenesia del dell’emidiaframma [24] per i difetti meno di 2 cm di diameter.30 Tuttavia, la metà dei casi (confermati riportato nove su 18) erano abbastanza grandi da permettere ernia di molteplici organi [25]. CDH è stata più volte confermata nei neonati. Pertanto, ci può essere una polarizzazione verso il rilevamento di difetti più grandi che sono incompatibili con la vita al contrario di piccoli difetti che possono manifestarsi nel corso della vita.

Acquisita ernia diaframmatica

difetti ADH di dimensioni variabili da 2 a 3 cm a più di 50 cm di lunghezza; nel 64% (44 su 69) dei casi di ADH, il difetto era lungo almeno 10 cm.

segni clinici

I segni clinici legati alla ernia diaframmatica nei cavalli variano notevolmente, con la maggior parte dei cavalli che mostra segni di dolore addominale acuto [37]. La variabilità segni clinici è dovuto ai diversi organi interessati, il livello di danno per l’intestino, e il grado di compromissione respiratoria. Il dolore addominale può derivare da impatto, incarcerazione, o strangolamento dell’intestino nel torace. sintomi respiratori possono derivare da funzione polmonare compromessa secondaria alla migrazione craniale del contenuto addominale, versamento pleurico, pneumotorace, perdita della funzione diaframmatica, e il dolore durante la respirazione. In casi di ernia diaframmatica che coinvolge solo il piccolo intestino, i segni clinici inclusi acuta, grave coliche a 86% (38 su 44) dei cavalli [38]. Grande ernia del colon può causare dolore addominale, sintomi respiratori, o entrambi. In quasi 80% (31 su 39) dei casi pubblicati coinvolgono grande colon, da sola o in combinazione con l’intestino tenue, il cavallo interessato ha mostrato segni di dolore addominale; di questi, 14 cavalli ha avuto una colica acuta, quattro avevano coliche ricorrenti, e 13 aveva una combinazione di coliche con sintomi respiratori [39]. In sette casi che riguardano la grande colon, la dispnea era l’unico segno; un cavallo aveva intolleranza all’esercizio e letargia.

Nei casi di crisi addominale acuta, aumento della frequenza respiratoria e lo sforzo sono spesso attribuiti a forti dolori, e alcuni cavalli con ernia diaframmatica sembrano presentare solo i segni addominali, ma possono in realtà mostrare segni respiratori legati alla ernia. Alcuni cavalli con ernia diaframmatica possono esibire posture anomale, come ad esempio accovacciato sulle zampe posteriori ("dog-sitting") O di adottare una zampa anteriore atteggiamento esageratamente ampia [40]. Altri sperimentano il collasso cardiopolmonare iperacuta e muoiono prima della valutazione clinica completa [41]. In più del 60% (35 su 57) dei casi riportati ADH, la lesione appariva cronica [42]. Un periodo di tempo significativo (settimane ad anni) esisteva tra l’evento creduto di provocare lo strappo e la dimostrazione di segni clinici. Al contrario, ci sono diversi rapporti in cui i segni clinici manifestano immediatamente o subito dopo la rottura del diaframma. In diversi casi di una lesione cronica, segni clinici sono stati notati subito dopo un intenso esercizio fisico [43]. lacrime diaframmatica privi visceri discale sono stati segnalati per causare segni clinici [44]; tuttavia, alcuni cavalli con visceri ernia sono stati identificati all’autopsia dopo aver mostrato nessuna o segni clinici minimo antemortem.

auscultazione del torace può rivelare diminuita suoni respiratori e aumentato borborigmi intestinali nel emitorace interessata, in combinazione con il cuore soffocato suoni e ottusità alle percussioni [45]. suoni intestinali di cui possono normalmente essere ascoltati su auscultazione del torace di cavalli non colpiti al contrario di dirigere, rumori intestinali forti sentito nei cavalli colpiti. la palpazione rettale può rivelare un addome vuoto quando il grande colon è coinvolto, mentre distensione del piccolo intestino può essere palpabile con piccolo carcere intestinale. Tutti questi risultati dell’esame fisico non sono specifici, incoerenti, e soggettiva. Tuttavia, in concomitanza con la storia rilevante e segni clinici, che dovrebbero indurre il clinico per condurre ulteriori test diagnostici per confermare o escludere una diagnosi di ernia diaframmatica.

Il liquido peritoneale è nei limiti della norma nella maggior parte dei cavalli con ernia diaframmatica. I cambiamenti tipici che seguono incarcerazione intestinale, sia nell’aspetto lordo (sieroematico o fluido nuvoloso) e nei valori di laboratorio (ad esempio, l’elevazione della conta di cellule e concentrazione di proteine), non sono comuni in questi casi. Poiché l’intestino compromesso si trova all’interno della cavità toracica, il liquido addominale non riflette il grado di danno intestinale e quindi non sarà di aiuto nella diagnosi. Nei cavalli con un diaframma di recente strappato, il liquido addominale può mostrare alterazioni infiammatorie e emorragiche (aspetto sieroematico, conteggio delle cellule elevata e livello di proteine).

Prelievo di sangue arterioso dal arteria facciale trasversa è semplice e minimamente invasiva e può fornire informazioni importanti per quanto riguarda la disfunzione respiratoria. valori dei gas del sangue arterioso ottenuti al momento del ricovero e durante l’intervento possono essere coerenti con acidosi respiratoria e ipossiemia, piuttosto che con acidosi metabolica associata a gravi crisi gastrointestinali.

Fluido può essere raccolto dal cavo pleurico con assistenza ecografico. valutazione del liquido pleurico può essere utile nella diagnosi di ernia diaframmatica [47]. I cambiamenti nel fluido sarebbero tipico dei cambiamenti osservati nel liquido peritoneale quando un intestino viene compromessa e possono includere aumenti della concentrazione di proteine ​​e conta delle cellule. Toracentesi porta potenziali complicanze maggiori, come ad esempio pneumotorace e enterocentesis; Pertanto, particolare attenzione deve essere data alla tecnica corretta.

La laparoscopia è indicato nei cavalli con dolore addominale che è refrattario alla terapia medica ed è o ricorrenti e croniche o non abbastanza acuta da giustificare immediata esplorazione chirurgica. ernia diaframmatica dovrebbe essere incluso nella diagnosi differenziale in questi casi, e laparoscopia può fornire un diagnosis.1 definitiva laparoscopia è controindicato nei cavalli con coliche acuta con grave distensione intestinale.

Toracoscopia può essere utile quando si sospetta ernia diaframmatica. La procedura permette al clinico per accertare la diagnosi e aiuta nella caratterizzazione della lesione e la pianificazione della riparazione chirurgica.

ernia diaframmatica è spesso diagnosticata durante l’esplorazione addominale. l’esplorazione addominale fornito la diagnosi nel 30% (26 su 86) dei casi segnalati sia durante un intervento chirurgico o ad un esame post-mortem [48]. Tuttavia, ernia diaframmatica può mancare durante l’intervento chirurgico, soprattutto se un altro lesione è scoperto che spiega la crisi addominale. Di conseguenza, una particolare attenzione deve essere data al diaframma quando una parte libera di intestino compromesso viene trovato senza causa apparente, 51 e ogni esplorazione addominale deve comprendere la palpazione approfondita del diaframma.

Trattamento

Il trattamento conservativo

Trattamento chirurgico

L’intervento chirurgico è il trattamento di scelta per rimuovere visceri addominali dal torace, riparare il difetto diaframmatico, e, quando indicato, eseguire la resezione intestinale e anastomosi. In alcuni casi, il difetto diaframmatico viene riparato in una data successiva, spesso utilizzando un approccio chirurgico differente.

Ritardata (da 4 a 12 settimane) riparazione di ernia nei cavalli è sostenuto per ernie corpo a parete laparoceli e traumatiche. L’obiettivo di ritardare la riparazione è consentire tessuto fibroso per formare ai margini del difetto. Rispetto ai sfilacciati, friabili, bordi freschi erniario, maturi confini erniario aumentare la probabilità che le suture terrà il tessuto in posizione. Per la stessa ragione, può essere vantaggioso per ritardare la riparazione di grandi, lesioni freschi diaframmatica. Tuttavia, è stato riportato che l’intestino può diventare Incarcerated nella cavità toracica durante il recupero dall’anestesia quando il difetto non viene riparato al momento della diagnosi.

In alcuni pazienti, come un cavallo con un grande difetto di fresco che non sta mostrando segni clinici significativi, ritardando la riparazione può essere giustificata. In tali casi, il cavallo può essere strettamente monitorati per diverse settimane e poi sottoposti a riparazione chirurgica. Idealmente, il periodo di attesa pre-operatorio dovrebbe essere speso in un impianto chirurgico, consentendo un intervento immediato, se necessario. Al contrario, piccoli difetti diaframmatici, anche se fresco, devono essere chiusi immediatamente a causa dell’elevato rischio di ripetizione piccola incarceration.9 intestinale Se il tempo chirurgico per la laparotomia esplorativa iniziale viene prolungata e il paziente è instabile in anestesia, pianificazione toracotomia per la riparazione dell’ernia il giorno dopo può essere la migliore linea di action.d

approcci chirurgici

Diversi approcci chirurgici sono stati utilizzati per diaframmatica ernia, con molti autori sostenendo un approccio mediano cranioventrale fornire un’adeguata visualizzazione e l’accessibilità alla lesione. In puledri, l’approccio linea mediana cranioventrale in grado di fornire un accesso adeguato a tutti gli aspetti del diaframma. Tuttavia, nei cavalli adulti, questo approccio offre un ottimo accesso al ventrale centrale del diaframma, ma un accesso molto limitato al diaframma dorsale. Poco più di un terzo (41 su 114) dei casi di ernia diaframmatica coinvolti solo l’aspetto ventrale del diaphragm.e Così, una linea mediana laparotomia cranioventrale fornisce un accesso molto limitato alla visibilità e di più (gt; 60%) ernia diaframmatica nei cavalli .

Diversi manipolazioni possono migliorare l’accesso del chirurgo ad una lesione quando viene utilizzato un approccio cranioventrale linea mediana. Inclinando il tavolo operatorio in una posizione di Trendelenburg inversa (testa fino 30 °) facilita lo spostamento caudale dei visceri, migliorando così la visibilità del diaframma, in particolare la sua parte dorsale. Inoltre, inclinando il tavolo laterad lontano dal lato interessato può fornire un migliore accesso a un difetto diaframmatico. Estensione della incisione mediana cranioventrale 15 a 20 cm laterad e parallela alla costola a livello del processo xifoideo può aumentare l’accessibilità alla dorsale difetti diaframmatica. Questo approccio richiede incidendo i muscoli addominali e può portare a notevoli emorragia intraoperatoria. Esteriorizzante l’ascendente e discendente del colon su un vassoio colon può anche migliorare l’accessibilità al diaframma.

Riduzione di Ernia Viscera

Il primo passo nella correzione chirurgica di un’ernia diaframmatica è la riduzione del contenuto addominale erniato, che può essere semplice, in alcuni casi e impegnativo in altri. Le difficoltà sono spesso incontrate quando è coinvolto il grande colon. Inclinando la testa tavolo operatorio e laterad (lontano dalla lesione) può essere prezioso nel facilitare la riduzione. Massaggiare le anse intestinali erniato e avanzando il loro contenuto nell’addome riduce il peso dell’intestino coinvolta e diminuisce le probabilità di strappo intestinale wall.18 Sezioni di grandi due punti che sono incarcerati nel torace e disteso con gas devono essere decompressi attraverso il diaframma prima che un tentativo di restituirli all’addome. In molti casi, il difetto diaframmatico deve essere allargata per conseguire riduzione senza eccessiva compressione e danneggiare l’intestino detenzione. Per ridurre il rischio di danno intestinale, il difetto dovrebbe essere esteso con cautela, usando una lama di palma protetto bisturi, un fetotome custodito, un coltello bisturi o forbici. Si deve prestare attenzione per evitare di incidere i vasi frenico, che può portare a emorragia fatale.

Dopo che i visceri discale sono stati restituiti per l’addome, dovrebbero essere valutati per la vitalità. Quando il grande colon è coinvolto, di solito è praticabile a causa della natura nonstrangulating della lesione. Tuttavia, un rapporto ha descritto un cavallo con un grande colon strozzata che ha richiesto la resezione e anastomosi. Quando il piccolo intestino è incarcerato nel torace, è in genere strangolata, non vitale, e ha bisogno di una resezione e anastomosi. Se è prevista la riparazione addominale del difetto diaframmatico, dovrebbe essere eseguita prima resezione intestinale e anastomosis.17 chiusura del difetto diaframmatico è spesso difficile e può essere la parte più difficile di un intervento chirurgico; quindi questa procedura deve essere eseguita prima di investire tempo e fatica in chirurgia intestinale.

riparazione di ernia

Chiusura ernia dovrebbe sempre iniziare nella zona più inaccessibile, in genere l’aspetto più dorsale della lesione, e avanzare verso la regione più accessibile. Diverse tecniche sono stati riportati per riparare la membrana danneggiata, alcuni dei quali comprendono rinfrescare dell’anello ernia prima della chiusura per facilitare la guarigione. difetti diaframmatici sono state chiuse direttamente utilizzando pesanti (n. 1 e n. 2), sintetica materiale di sutura riassorbibile o non riassorbibile (ad es polidiossanone, Polyglactin 910, prolene) in una varietà di modelli di sutura, incluse semplice materasso interrotta, orizzontale o verticale. Altri difetti sono stati riparati utilizzando un semplice, modello continuo aumentata con semplice, interrotto suture o divisa in varie sezioni.

Diverse tecniche sono segnalati per facilitare la sutura diretta dei difetti e garantire maglie in regioni il cui accesso è limitato, come ad esempio la membrana dorsale. Queste tecniche comprendono l’avvio del nodo extracorporea e facendolo scorrere verso il basso, preplacing le suture, utilizzando una sutura ciclo per evitare il primo nodo, usando suture a doppio braccio per preplacement, e l’utilizzo di strumenti a manico lungo o cucitrici. Se la chiusura del difetto rivela difficile, omento, peritoneo, o muscolo addominale trasversale può essere utilizzato.

Considerazioni anestetici

complicanze intraoperatorie

La mancata diagnosi di ernia diaframmatica durante laparotomia esplorativa stato segnalato e può portare alla morte del paziente sia in chirurgia o poco dopo. complicanze intraoperatorie fatali includono mancata restituzione visceri alla cavità addominale, lesioni intestinali irreparabili, difetti diaframmatica irreparabili, e difficoltà a mantenere una adeguata ventilazione e l’ossigenazione. possono verificarsi complicanze comunemente legati alla chirurgia gastrointestinale, come le aderenze e ileo postoperatorio,. Anche se aderenze del difetto visceri discale sono rari, sono stati segnalati omentali e fegato adesioni; adesiolisi in questi casi può causare emorragie fatali o rottura intestinale. Poiché il mediastino equina è spesso fenestrated, pneumotorace bilaterale può verificarsi durante l’intervento, come i visceri vengono restituiti alla cavità addominale.

Cura postoperatoria

complicanze postoperatorie

Prognosi

La prognosi per i cavalli con ernia diaframmatica è stato spesso indicato come poveri.

Riferimenti

  1. ↑ Steenhaut M, ernia diaframmatica nel cavallo Verschooten F (1996). Vet Annu36 : 256-263
  2. ↑ Hermann M, Howald B, Steiner A, et al (1986) Zwerechfellhernien beim Pferd: vier klinische Falle. Pferdeheilkunde2 : 211-219
  3. ↑ Fauza DO, Allmendinger N, Wilson JM. (2005) congenita ernia diaframmatica. In: Sellke F, del Nido P, Swanson SJ, eds. Sabiston & Spencer Chirurgia del torace. 7 ° ed. Philadelphia: Elsevier Saunders; pp: 517-537
  4. ↑ Everett KA, MK Chaffin, Brinsko SP. (1992) ernia diaframmatica come causa di letargia e intolleranza all’esercizio in una cavalla. Cornell Vet82 (3) : 217-223
  5. ↑ Barker IK. (1993) Il peritoneo e retoperitoneum. In: Jubb KVF, Kennedy PC, Palmar N, EDS: Fisiopatologia degli animali domestici. 4a ed. San Diego: Academic Press; pp: 425-428
  6. ↑ Noden D, De Lahunta A. (1985) le vie respiratorie e il partizionamento di cavità del corpo. In: L’embriologia degli animali domestici. Baltimora: Williams & Wilkins; pp: 288-291
  7. ↑ Iritani I. (1984) Studio sperimentale sulla embriogenesi di ernia diaframmatica congenita. Anat Embryol (Berl)169 (2) : 133-139
  8. ↑ Steenhaut M, Verschooten F, De Moor A, et al (1992) La correzione chirurgica di ernia diaframmatica nel cavallo: una relazione su 6 casi. Vlaams Diergeneeskd Tijdschr61 : 181-186
  9. ↑ Pauwels FF, Hawkins JF, MacHarg MA, et al (2007) retrosternale congenita (Morgagni) ernia diaframmatica in tre cavalli. JAVMA231 : 427-432
  10. ↑ Wyn-Jones G, Baker JR. (1979) Un probabile congenita difetto diaframmatico in un cavallo adulto. Vet Rec105 (11) : 251-252
  11. ↑ Mann FA, Aronson E, Keller G. (1991) La correzione chirurgica di una vera e propria ernia diaframmatica pleuroperitoneal in un gatto. JAAHA27 : 501-507
  12. ↑ Collobert C, Gillet JP, Esling W. (1988) Un caso di ernia diaframmatica congenita in un puledro. Equine Pract10 (10) : 43-46
  13. ↑ Dabareiner RM, Bianco NA. (1999) La riparazione chirurgica di un’ernia diaframmatica in un cavallo da corsa. JAVMA214 (10) : 1517-1518, 1496
  14. ↑ Mair TS, Pearson H, Watermann AE. (1988) Chilotorace associata a difetti diaframmatica congenita in un puledro. Equine Vet J20 (4) : 304-306
  15. ↑ Cheetham J. (1998) congenita ernia diaframmatica con conseguente incarcerazione del grande colon sinistro e la rottura gastrica in un puledro. Equine Vet Edu10 (5) : 239-241
  16. ↑ Finocchio EJ. (1973) Un caso di sindrome di puledro contratta. Vet Med piccola Anim Clin68 (11) : 1254-1255
  17. ↑ Mitchell G. (1980) unilaterale aplasia diaframmatica in un puledro purosangue. Aust Vet J56 : 610-611
  18. ↑ Bristol DG. (1986) ernia diaframmatica in cavalli e bovini. Compend Contin Educ Pract Vet8 (8) : S407-S412
  19. ↑ Barker IK. (1993) Il peritoneo e retoperitoneum. In: Jubb KVF, Kennedy PC, Palmar N, EDS: Fisiopatologia degli animali domestici. 4a ed. San Diego: Academic Press; pp: 425-428
  20. ↑ Mair TS, Pearson H, Watermann AE. (1988) Chilotorace associata a difetti diaframmatica congenita in un puledro. Equine Vet J20 (4) : 304-306
  21. ↑ Larsen W. (1993) pieghevole embrionali. In: Embriologia Umana. New York: Churchill Livingstone; pp: 117-121
  22. ↑ Ethell MT, Haines G, Graham JP, Buergelt CD. (1999) Qual è la vostra diagnosi? Piccola ostruzione intestinale a seguito di incarcerazione in un ernia diaframmatica. JAVMA215 (3) : 321-322
  23. ↑ SCHAMBOURG MA, Laverty S, Mullim S, et al (2003) trauma toracico nei puledri: risultati dopo mortem. Equine Vet J35 (1) : 78-81
  24. ↑ Mitchell G. (1980) unilaterale aplasia diaframmatica in un puledro purosangue. Aust Vet J56 : 610-611
  25. ↑ Moll HD, Wallace MA, Sysel A. (1999) Grande strangolamento del colon a causa di un ernia diaframmatica in una cavalla: un caso clinico. J Equine Vet Sci19 (1) : 58-59
  26. ↑ Santschi EM, Juzwiak JS, Moll HD, Slone DE. (1997) diaframmatica riparazione di ernia in tre cavalli giovani. Vet Surg26 (3) : 242-245
  27. ↑ Wimberly HC, Andrews EJ, Haschek WM. (1977) ernia diaframmatica nel cavallo: una revisione della letteratura e di una analisi di sei ulteriori casi. JAVMA170 (12) : 1404-1407
  28. ↑ Coffman JR, Kintner LD. (1972) strozzata ernia diaframmatica in un cavallo. Vet Med piccola Anim Clin67 (4) : 423-426
  29. ↑ SR Hance, Clem MF, DeBowes RM. (1991) ernie addominali nei cavalli. Compend Contin Educ Pract Vet13 (2) : 293-299
  30. ↑ Conchie JW. (1923) membrana rotta. Vet Rec3 : 731
  31. ↑ Lancaster MJ, Nicholls TJ, Inglis RC, et al (1985) ha acquisito ernia diaframmatica in uno stallone. Vet Rec116 (21) : 571
  32. ↑ Clutton RE, Boyd C, Richards DL, et al (1992) problemi anestetici causati da ernia diaframmatica nel cavallo: un commento su quattro casi. Equine Vet J11 : 30-33
  33. ↑ Sasse HHL, Kalsbeek HC. (1965) ernia diaphragmatica traumatica nel cavallo. Tijdschr Diergeneeskunde90 (19) : 1327-1341
  34. ↑ Hartzband LE, Kerr DV, Morris EA. (1990) la diagnosi ecografica di rottura diaframmatica in un cavallo. Vet Radiol ultrasuoni31 (1) : 42-44
  35. ↑ SR Hance, Clem MF, DeBowes RM. (1991) ernie addominali nei cavalli. Compend Contin Educ Pract Vet13 (2) : 293-299
  36. ↑ DG Schmitz, Morris EL, Scrutchfield WL. (1987) ernia diaframmatica in un cavallo. Equine Pract9 (5) : 26-29
  37. ↑ Honnas CM. (1990) di ernia diaframmatica. In: Bianco NA, Moore JN, eds. La pratica attuale di Chirurgia equina. Philadelphia: JB Lippincott; pp: 267-269
  38. ↑ McCunn J. (1925) Rottura del diaframma. Vet Rec5 : 556-557
  39. ↑ Perdrizet JA, Dill SG, Hackett RP. (1989) di ernia diaframmatica come causa di dispnea in un cavallo da tiro. Equine Vet J21 (4) : 302-304
  40. ↑ Buyukmihci N. (1973) ernia diaframmatica in un cavallo. JAVMA162 (10) : 898
  41. ↑ Wimberly HC, Andrews EJ, Haschek WM. (1977) ernia diaframmatica nel cavallo: una revisione della letteratura e di una analisi di sei ulteriori casi. JAVMA170 (12) : 1404-1407
  42. ↑ Perdrizet JA, Dill SG, Hackett RP. (1989) di ernia diaframmatica come causa di dispnea in un cavallo da tiro. Equine Vet J21 (4) : 302-304
  43. ↑ Dabareiner RM, Bianco NA. (1999) La riparazione chirurgica di un’ernia diaframmatica in un cavallo da corsa. JAVMA214 (10) : 1517-1518, 1496
  44. ↑ SCHAMBOURG MA, Laverty S, Mullim S, et al (2003) trauma toracico nei puledri: risultati dopo mortem. Equine Vet J35 (1) : 78-81
  45. ↑ Roelvink MEJ, Sloet van Oldruitenborgh-Oosterbaan MM, Calsbeek HC. (1993) cronica ernia diaframmatica nel cavallo. Equine Vet Edu5 (5) : 255-258
  46. ↑ Perdrizet JA, Dill SG, Hackett RP. (1989) di ernia diaframmatica come causa di dispnea in un cavallo da tiro. Equine Vet J21 (4) : 302-304
  47. ↑ SR Hance, Clem MF, DeBowes RM. (1991) ernie addominali nei cavalli. Compend Contin Educ Pract Vet13 (2) : 293-299
  48. ↑ Fischer Jr. (2002) la valutazione laparoscopica di cavalli con coliche acuta o cronica. In: Equine diagnostico e laparoscopia chirurgica. Philadelphia: WB Saunders; pp: 131-142
  49. ↑ Clutton RE, Boyd C, Richards DL, et al (1992) problemi anestetici causati da ernia diaframmatica nel cavallo: un commento su quattro casi. Equine Vet J Suppl(11) : 30-33

Cavallo

Related posts

  • Ernia diaframmatica – sintomi …

    Torna principali cause congenita ernia diaframmatica è visto in 1 ogni 2.200 a 5.000 nati vivi. Più influenzano il lato sinistro. Avere un genitore o un fratello con la condizione un po ‘…

  • Ernia diaframmatica in Gatti, sintomi di ernia del diaframma.

    La grande muscolo che separa il torace e polmoni dal fegato e altri organi addominali è chiamato il diaframma. Come il diaframma si contrae e si rilassa, si allarga e comprime il …

  • ernia diaframmatica, sintomi di un’ernia diaframmatica.

    Introduzione: Ernia diaframmatica descrizione diaframmatica ernia diaframmatica ernia: ernia risultante dalla sporgenza della parte dello stomaco attraverso il diaframma. Fonte: WordNet …

  • Ernia diaframmatica sintomi … 3

    Panoramica Eziologia La causa esatta di ernia diaframmatica congenita rimane sconosciuto. Ci sono diversi ipotesi sul motivo per cui si sviluppano ernia diaframmatica. I bambini con una varietà di cromosomico …

  • Ernia diaframmatica, ernia del diaframma.

    Il termine ACVS Diplomate si riferisce a un veterinario che è stato bordo certificato in chirurgia veterinaria. Solo i veterinari che hanno completato con successo i requisiti di certificazione del …

  • riparazione di ernia diaframmatica

    Krisa Van Meurs. MD * Billie Lou breve. MD † * Professore Associato di Pediatria, la Stanford University School of Medicine, Palo Alto, CA. † Professore di Pediatria, George Washington University …