Frequenza cardiaca e la salute, cosa prendere per la frequenza cardiaca più bassa.

Frequenza cardiaca e la salute, cosa prendere per la frequenza cardiaca più bassa.

La frequenza cardiaca durante l’esercizio, così come a riposo, può dire molto su come si è in forma—e forse anche alcune altre cose circa la vostra salute. Qui’s la verità su la frequenza cardiaca.

Quale dovrebbe essere la frequenza cardiaca a riposo?

Frequenza cardiaca a riposo, o di impulso, si riferisce al numero di volte che il cuore batte al minuto quando si è a riposo. Anche se un range di normalità è da 50 a 100, la maggior parte delle persone’s cuori battono 60 a 80 volte al minuto. Sopra 100 è considerato un polso rapido, chiamato tachicardia; una frequenza cardiaca a riposo insolitamente lento è chiamato bradicardia.

frequenza cardiaca a riposo varia da persona a persona e nel corso della giornata, a causa di genetica e altri fattori. La frequenza cardiaca è più veloce quando si ottiene eccitato, ansioso, o arrabbiato o se si è nel dolore o febbre. E sorge temporaneamente se fumare o bere un sacco di alcol o caffè.

D’altra parte, la frequenza cardiaca a riposo rallenta durante il sonno e tende ad essere più basso se si è molto in forma. Alcune condizioni mediche, come malattie della tiroide, e alcuni farmaci possono avere effetti sulla frequenza cardiaca a riposo.

Quale dovrebbe essere la frequenza cardiaca durante l’esercizio fisico?

Per beneficiare maggiormente di esercizio aerobico, si dovrebbe lavorare fuori abbastanza duro per aumentare la frequenza cardiaca alla sua zona di allenamento (frequenza cardiaca) per almeno 20 minuti quasi tutti i giorni. Questo migliora la capacità aerobica—cioè, la capacità del sistema cardiovascolare di fornire ossigeno al corpo’cellule s durante l’esercizio.

Come si misura la frequenza cardiaca esercizio?

Questo “tasso di sforzo percepito” è una misura abbastanza precisa di come strenuamente si sta lavorando fuori. In alternativa è possibile utilizzare la “test di parlare”: Se si può semplicemente impegnarsi in una conversazione, l’intensità dell’esercizio è di destra.

Quanto tempo ci vuole per raggiungere la frequenza cardiaca target?

Questo dipende in gran parte da come sei condizionato. Se si è in pessime condizioni, la frequenza cardiaca andrà rapidamente con l’esercizio fisico; se si è in buona forma, ci vorrà più tempo. Se la frequenza cardiaca è naturalmente basso, potrebbe essere necessario superlavoro per entrare nella zona target di serie; se la frequenza cardiaca è elevata per iniziare, si può ottenere nella zona troppo facilmente.

In quanto tempo dovrebbe scendere la frequenza cardiaca dopo l’esercizio?

La lunghezza del tempo necessario per la frequenza cardiaca per tornare alla normalità è una buona misura di fitness. Il più in forma si è, più veloce il recupero.

La frequenza cardiaca scende più nettamente nel primo minuto dopo aver smesso di esercitare; dovrebbe poi scendere di circa 20 battiti al minuto—una goccia di meno di 12 battiti al minuto viene considerato anormale. Questo “frequenza cardiaca di recupero” viene misurata come parte di un test da sforzo.

Fa un regolare esercizio fisico inferiore frequenza cardiaca a riposo?

Si può ridurre in qualche modo nel corso del tempo. attività aerobiche (come il jogging e ciclismo) allargare e rafforzare il cuore così che le pompe più sangue ad ogni contrazione. Non tutti ginnico vive questa riduzione della frequenza cardiaca, tuttavia, e può richiedere anni di esercizio per esso si verifichi. Ma bassa frequenza cardiaca a riposo è spesso associato con alta fitness cardiovascolare, e abbassando il tasso nel corso di un programma di fitness aerobico è un segno che si sta ottenere un effetto di formazione.

Gli studi hanno dimostrato che le persone che lavorano fuori regolarmente hanno una frequenza cardiaca a riposo di circa 10 battiti al minuto più lento, in media, rispetto alle persone sedentarie, e gli atleti ben allenati hanno generalmente tassi di cuore da 15 a 20 battiti più bassi rispetto alla media. Anche se don’t sperimentare un calo della frequenza cardiaca a riposo nel corso del tempo, l’esercizio fisico riduce altri fattori di rischio cardiaco, come l’elevata pressione sanguigna, il colesterolo alto, e l’obesità.

frequenza cardiaca a riposo alto: un rischio per le malattie cardiache?

In generale, una frequenza cardiaca a riposo più lento è meglio di uno più veloce, perché un tasso più veloce mette più stress sul cuore e vasi sanguigni. Infatti, gli studi hanno costantemente collegato frequenze cardiache più veloce di riposo con un aumentato rischio di malattie cardiache e di morte per tutte le cause, indipendentemente dal livello di forma fisica e di altri fattori di rischio cardiovascolare, come la pressione alta, colesterolo alto, e il sovrappeso.

Frequenza cardiaca a riposo può essere un ancora migliore predittore di morte prematura di colesterolo e la pressione sanguigna, secondo un recente articolo di rassegna in I progressi nelle malattie cardiovascolari —se non vi è alcun consenso di quello che una frequenza cardiaca ottimale potrebbe essere e dove un aumento dei rischi per la salute possono iniziare.

La riduzione della frequenza cardiaca è un obiettivo di trattamento accettato per le persone con alcune malattie cardiache, ma può anche beneficiare le persone con ipertensione e, la ricerca preliminare suggerisce, forse anche persone sane.

Se la frequenza cardiaca a riposo è nella fascia alta del range di normalità, e soprattutto se si tratta di più di 100, si dovrebbe parlare con il medico circa la vostra salute generale e gli altri fattori di rischio per le malattie cardiache. Se si dispone di una condizione del cuore, si può già essere sul farmaco che abbassa la frequenza cardiaca.

Related posts