uso fitoterapia durante la gravidanza …

uso fitoterapia durante la gravidanza ...

Astratto

sfondo

Ci sono dati limitati sul grado di utilizzo delle donne di erbe medicinali durante la gravidanza, nonostante il fatto che la conoscenza dei potenziali benefici o danni di molti di questi prodotti è scarsa, soprattutto per quanto riguarda il loro uso in gravidanza. Abbiamo puntato a misurare la prevalenza del consumo di medicina di erbe in un gruppo di donne in gravidanza che frequentano un ospedale di maternità terziario pubblico a Melbourne, Australia. obiettivi secondari erano di esplorare il motivo per cui le donne hanno preso il farmaco a base di erbe, dove hanno ricevuto consigli, quello che formano gli integratori hanno preso e se hanno percepito gli integratori di essere utile.

metodi

risultati

Di 705 donne eleggibili, 588 (83%) hanno accettato di partecipare. Di questi, 88 (15%) hanno completato il questionario in una lingua diversa dall’inglese. Trentasei per cento delle donne ha avuto almeno un integratore a base di erbe durante la gravidanza in corso. Gli integratori più comuni presi erano foglie di lampone (14%), zenzero (12%) e la camomilla (11%). Le donne avevano più probabilità di assumere integratori a base di erbe se fossero più anziani, istruzione terziaria, di lingua inglese, non fumatori e primipare.

Conclusione

sfondo

L’uso della medicina complementare e alternativa (CAM) e terapie è aumentata in Australia [1 2] come in molti altri paesi sviluppati [3 4], e 65-80% della popolazione mondiale usare la medicina tradizionale come forma primaria di assistenza sanitaria [5. 6]. Ci sono dati limitati sul grado di utilizzo delle donne di entrambi gli integratori a base di erbe o vitamine durante la gravidanza [7], nonostante il fatto che la conoscenza dei potenziali effetti collaterali di molti di questi prodotti è limitata, soprattutto per quanto riguarda il loro uso in gravidanza [8 – 11]. Anche se regolamentazione delle medicine alternative è migliorata in Australia erbe medicinali non sono ancora soggette allo stesso controllo in termini di sicurezza, efficacia e costituenti come farmaci convenzionali [2], anche se molti consumatori assumono o si aspettano che questo sia il caso [12]. Molti consumatori non informano il loro fornitore di cure primarie sul loro uso di queste medicine alternative [2. 12].

indagini trasversali in uno stato australiano nel 1993, 2000 e nel 2004 hanno mostrato alti livelli di uso di CAM e terapisti CAM [1. 2. 12]. Mentre l’uso complessivo del CAM è stato stabile, con circa il 50% degli intervistati utilizza la medicina alternativa almeno un non-prescritta dal medico nel corso dell’anno precedente, vi è stato un aumento del numero di donne che fanno uso di erbe medicinali [12]. Gli utenti di CAM hanno maggiori probabilità di essere di sesso femminile, più istruiti, impiegati [2. 13. 12] e hanno un reddito più alto [2. 12].

Diversi documenti riportano specificamente l’uso di integratori a base di erbe o farmaci in gravidanza, e gli studi sono riassunti nella Tabella 1. uso di erbe riportato in gravidanza variava dal 7% al 96%. Quando si considera solo studi provenienti da Australia, l’uso della fitoterapia nella gravidanza variava 10-56%. Vi è una tendenza che piccoli studi hanno trovato una maggiore prevalenza di utilizzo in erboristeria. Pinn e Pallett [14] hanno riportato una prevalenza relativamente bassa (12%), ma ha chiesto soltanto le donne a metà della gravidanza, mentre Nordeng e Havnen [10] hanno trovato che l’uso di integratori a base di erbe aumentato come la gravidanza procedeva, sostenendo le tendenze rilevate in un precedente Finlandese studio [15].

studi identificati che hanno misurato la prevalenza di uso della medicina di erbe in gravidanza

** Tè gravidanza conteneva una miscela di erbe tra cui menta, foglie di lampone, ortica etc.

Caratteristiche delle donne più probabilità di assumere integratori a base di erbe in gravidanza includono l’essere anziani [16]; sposato [8]; primipare [8. 17]; avendo l’educazione terziaria [8]; precedente uso di erbe [9]; essendo bianco [9]; e di essere meno istruiti [9]. Uno studio ha trovato le donne anziane sono meno probabilità di essere l’assunzione di integratori a base di erbe [10]; un’altra ha riferito che l’unico fattore predittivo di maggiore uso della fitoterapia nel loro studio di nausea in gravidanza, è stata aumentata la gravità di nausea e vomito [18].

L’uso di integratori a base di erbe durante la gravidanza può essere connessa con la gravidanza, ad esempio per la nausea e il vomito [19. 7. 8], reflusso [7], candida [7], nutrizionale [10], o per preparare per il lavoro [8]; o può essere per problemi di salute non correlati come raffreddori e malattie respiratorie [10] o problemi di pelle [10]. Motivi riportati per cessare gli integratori a base di erbe medicinali durante la gravidanza sono preoccupazioni per la salute del feto / bambino [8. 16. 19], la ‘condizione’ migliorare [8], il supplemento non aiuta [8] e la consulenza di un fornitore di assistenza sanitaria [16].

Indicazioni per l’utilizzo a base di erbe non può essere specificamente suscitato durante la cura della gravidanza. Uno studio ha trovato che il 75% delle donne ha riferito il loro uso di integratori durante la gravidanza per il loro fornitore di cure primarie [19], e un altro ha riferito che l’uso di integratori a base di erbe sono stati documentati solo in due (1%) delle cartelle cliniche delle donne in cui le donne avevano segnalato l’assunzione di integratori a base di erbe durante la raccolta dei dati dello studio [8]; non è indicato se questo era perché le donne non hanno detto fornitori di gravidanza o se i fornitori non documentano le informazioni. In uno studio australiano solo il 36% dei partecipanti ha comunicato loro caregiver primari medico di medicina alternativa utilizzo [13].

Il nostro obiettivo era quello di esplorare i modelli di uso di farmaci a base di erbe, tra cui integratori alimentari nelle donne in gravidanza. Ci aspettavamo che, in linea con l’aumento dell’uso di erbe medicinali e alternative nella comunità in generale, ci troviamo una percentuale relativamente elevata di donne che frequentano per la cura della gravidanza sono state utilizzando erbe medicinali periconceptionally, durante la gravidanza, il lavoro o nel puerperio. Abbiamo inoltre previsto che l’uso di rimedi erboristici potrebbe differire tra i gruppi culturali. Questo documento presenta i risultati relativi all’uso medicina di erbe in gravidanza.

approvazione etica è stata ottenuta dal Mercy Health e Aged Care Comitato Etico della Ricerca.

metodi

Un design un’indagine trasversale è stato utilizzato. Lo studio è stato condotto presso l’Ospedale Misericordia per le donne (MHW) a Melbourne, in Australia, che è un grande ospedale terziario con entrambi ostetricia e modelli medici di cura di maternità a disposizione delle donne. Ci sono circa 5.000 nascite all’anno presso il MHW, e l’80% libro per la cura di maternità come pazienti pubblici. pazienti privati ​​accedono assistenza prenatale nelle stanze private del loro provider scelto.

I partecipanti

Qualsiasi donna che frequentano una clinica pubblica prenatali presso il MHW, che aveva raggiunto circa 38 settimane di gestazione e che era in grado di parlare e leggere in inglese, arabo, cinese, turco o vietnamita era ammissibile per l’inclusione nello studio. Gli unici criteri di esclusione erano se una donna o del feto erano noti per essere molto malato al momento del reclutamento. ostetriche ricerca reclutato donne nella clinica prenatale standard così come il Centro Nascita Famiglia clinica mentre le donne erano in attesa di gravidanza check-up. Le donne provenienti dai quattro gruppi linguistici in cui le informazioni è stato tradotto stati reclutati con l’assistenza di interpreti se necessario, e utilizzati i questionari tradotti se hanno preferito o se fosse necessario.

Misura di prova

Inizialmente abbiamo cercato di reclutare circa il 10% della popolazione delle donne passa attraverso la MHW ogni anno, il che sarebbe 500 donne. Questo ha riguardato una serie di calcoli diversi dimensione del campione per la prevalenza di uso di integratori a base di erbe all’interno della popolazione. C’erano una vasta gamma di variabili da misurare, e con molti di loro abbiamo avuto dati limitati da cui stimare la prevalenza previsto. Abbiamo esaminato una serie di stime dal 5% al ​​50% (in un raggio che limita abbiamo stimato la prevalenza reale è probabile che si trovi per i supplementi principali, sulla base di studi precedenti), con un livello di confidenza del 95% e consentendo a 5-10 % variazione. Il maggior numero necessario per questo è stato 387. Tenendo conto dei dati mancanti all’interno di campi, così come l’analisi sotto-gruppo, abbiamo arrotondato a 500. calcoli dimensione del campione sono state realizzate utilizzando EpiInfo [20]. Si è voluto che il 30% del campione comprenderebbe le donne provenienti da ambienti non di lingua inglese, per rappresentare la percentuale di donne che prenotano al MHW.

Raccolta dati

Analisi dei dati

I dati sono stati inseriti in un database di Access [21]. I dati quantitativi sono stati analizzati utilizzando Stata [22], e l’analisi inclusi frequenze e statistiche descrittive di riepilogo. Dove la regressione Logisitic è stato intrapreso, variabili sono state mantenute in a livello univariata se il p-value è stato ≤ 0,2, quindi nel modello principale se il p-value è ≤ 0.05 [23]. Una serie di controlli sono stati fatti su modelli finali. I dati di risposte aperte sono state codificate e presentate come temi che meglio rappresentavano i dati.

risultati

Le versioni tradotte del questionario ha preso più tempo del previsto per essere finalizzato, in modo reclutamento e la raccolta di dati sia in due fasi. Le donne che potrebbero utilizzare la versione in lingua inglese sono stati reclutati da maggio-ottobre 2003. Le donne in grado di completare il questionario in lingua inglese sono stati considerati ammissibili durante questa fase. C’erano 617 donne eleggibili per lo studio e 500 (81%) hanno completato l’indagine. Undici donne è diminuita partecipazione e 107 sono stati mancati durante la clinica a causa di attività programmate, in particolare medici, ostetriche o appuntamenti ultrasuoni. Arabo, cinese, le donne di lingua turca o vietnamiti sono stati reclutati tra febbraio e maggio 2004. C’erano 35 vietnamiti, 27 cinesi, 6 turco e 18 donne di lingua araba. Altre donne provenienti da questi gruppi linguistici hanno fatto partecipare ma utilizzate la versione inglese del questionario, e sono stati reclutati nella prima fase. La dimensione finale del campione era 588.

Le caratteristiche dei partecipanti di fondo sono presentati nella Tabella 2. La maggior parte delle donne sono sposati, o che vivono con un partner, hanno completato l’istruzione secondaria e non fumare. Poco meno della metà avevano completato una laurea e aveva un reddito imponibile delle famiglie gt; $ 50.000 (AUD). Poco più della metà delle donne stavano avendo il loro primo bambino. Il sessantacinque per cento delle donne ha avuto l’inglese come prima lingua

caratteristiche di fondo di partecipanti (n = 588)

* Non totale del 100% come solo le risposte più comuni inclusi

* Più di una risposta potrebbe essere data

Per ogni supplemento di erbe hanno usato, le donne è stato chiesto di descrivere quale forma del supplemento hanno usato; perché hanno usato; quando hanno iniziato a prenderlo; quando il supplemento è stato cessato; che ha consigliato gli integratori uso; e se considerate il supplemento era stato di aiuto. Questi risultati sono anche riportati nella Tabella 3. Nella maggior parte dei casi la donna stessa preso la decisione di utilizzare un supplemento – i fornitori di cure primarie di maternità sono stati raramente citati come la persona che raccomandare l’uso di integratori. Con la maggior parte dei rimedi a base di erbe non c’era motivo di gestazione in cui sono state avviate, con le eccezioni di foglie di lampone, che è stato utilizzato da 30 settimane di gestazione o poi nel 89% dei casi, e zenzero, dove il 98% delle donne iniziata prenderlo all’inizio della gravidanza. Motivi per uso di integratori erano relativamente coerente per ogni rimedio a base di erbe per esempio, foglia di tè lampone utilizzato come tonico uterino, zenzero usato per il sollievo di nausea e vomito. La forma in cui ogni supplemento di erbe è stata presa vario con tutti tranne l’aglio (compresse usato) e camomilla (tè usato).

Confrontando le donne che hanno utilizzato interpretati versioni del sondaggio rispetto a coloro che non ha, il 12% delle donne che hanno utilizzato una versione tradotta preso la medicina di erbe in gravidanza rispetto al 40% delle donne che hanno utilizzato la versione inglese. Quando si considera questo come coloro che hanno avuto l’inglese come seconda lingua rispetto a coloro che hanno riportato l’inglese come prima lingua, la tendenza è stata la stessa: il 43,7% delle donne la cui prima lingua era l’inglese usato in erboristeria, mentre il 22,7% delle donne prima lingua era altro di inglese ha dichiarato di utilizzare la medicina di erbe in gravidanza.

La tabella 4 mostra che, dopo aggiustamento per fattori demografici e le variabili cliniche quali aborto spontaneo precedente o se, le donne la gravidanza in corso è stata pianificata Di meno probabilmente utilizzato integratori a base di erbe sono stati coloro che hanno: utilizzato una versione interpretata del questionario (OR 0.43; 95% CI 0.18, 0.98); aveva una lingua diversa dall’inglese come prima lingua (OR 0.51; 95% CI 0.31, 0.83); Non aveva completato una laurea (OR 0,56; 95% CI 0.38, 0.82); fumato durante la gravidanza (OR 0,41; 95% CI 0.20, 0.85); o quelle aventi diverso dal loro primo bambino (OR 0,56; 95% CI 0.37, 0.84). Le donne che erano più anziani sono più probabilità di assumere integratori a base di erbe, e questa associazione è aumentato con l’aumentare dell’età (OR per 10 anni aumento di 10,66 anni; 95% CI 10.23, 11.12).

Fattori predittivi qualsiasi uso di integratori a base di erbe (n = 513)

* Tutti i fattori demografici inseriti nel modello (indicando se si trattava di una gravidanza pianificata e se avessero avuto un aborto spontaneo precedente), e solo coloro che rimangono significativi vengono presentati

Discussione

Trentasei per cento delle donne in questo campione usato almeno un integratore a base di erbe durante la gravidanza in corso. I supplementi a base di erbe più comuni presi erano foglie di lampone (14%), zenzero (12%) e la camomilla (11%). La prevalenza della supplementazione a base di erbe nei nostri dati sedersi all’interno le proporzioni negli studi australiani, che variavano 10-56%. Le caratteristiche delle donne più probabilità di assumere integratori a base di erbe in questo studio sono stati anche in sintonia con altri rapporti; donne che erano più anziani, terziarie istruiti, di lingua inglese, non fumatori e primipare avevano più probabilità di assumere integratori a base di erbe.

Delle donne che hanno riferito di assunzione di integratori a base di erbe, la maggior parte ha detto che lo hanno fatto per motivi legati alla gravidanza (Tabella 3), considerando che uno studio ha riportato che solo il 13% del consumo di erboristeria in gravidanza è stata per i problemi legati alla gravidanza [10] E in un altro la ragione più comune per l’uso di integratori a base di erbe è stato per dormire o rilassarsi [24]. Le donne più comunemente riferito che avevano scelto di prendere gli integratori basati sulle proprie conoscenze, o consigli da amici, con naturopati essere il prossimo fonte più comune di consiglio. i fornitori di cure gravidanza, come ostetriche, medici di medicina generale e ostetriche sono stati raramente segnalati per aver consigliato l’uso di integratori a base di erbe.

Si prevede che le donne provenienti da diversi gruppi culturali possono avere differenti modelli di consumo fitoterapia, e il nostro studio incluso il 35% delle donne in cui l’inglese non era la loro prima lingua, il 17% di chi utilizzato un questionario tradotto. Abbiamo scoperto che le donne di sfondo di lingua inglese avevano una maggiore probabilità di assumere integratori a base di erbe, senza alcuna differenza di vitamina supplemento assorbimento. Nella maggior parte degli studi sfondo donne identificati non di lingua inglese (o non parla la lingua più comune nel contesto di studio) non sono state incluse [8. 10]. Altri riferiscono comprese le donne solo se vi è un interprete disponibile [7]; o comprendente due lingue solo [16]. Uno studio specificamente esclusi donne di diversa estrazione culturale, perché prevede che gruppi diversi possono avere diverse pratiche in uso della fitoterapia [10].

Un limite di questo studio è stato che non abbiamo chiesto se le donne hanno segnalato il loro uso di integratori a base di erbe per il loro fornitore di assistenza alla maternità durante la gravidanza. Un recente studio australiano ha scoperto che più della metà degli utenti CAM non ha segnalato l’utilizzo di un medico che prescrive farmaci convenzionali [12]. Questo importante data la nostra relativa mancanza di conoscenza degli effetti di camme, nonché le potenziali interazioni di camme con farmaci convenzionali [12]. Data l’alta prevalenza dell’uso di terapie complementari e farmaci nella nostra comunità, e la relativa mancanza di prove di una efficacia o danno, è importante che i fornitori di assistenza sanitaria fare chiedere l’uso di medicine alternative e terapie come una routine. Ragioni per non racconto può essere che i pazienti hanno ritenuto che i medici (o altri operatori) possono rifiutare l’idea di terapie alternative [25], o che le donne possono assumere che se un supplemento è ‘naturale’ è quindi sicuro.

Abbiamo fatto un a priori decisione di non includere modello di assistenza nel modello di regressione come volevamo sapere fattori legati alle donne previsto l’uso di integratori a base di erbe, a prescindere dal modello di cura. Ci aspettavamo che in generale le donne che hanno scelto modelli di ostetricia di assistenza (e, in particolare, alla luce centro di cura) sarebbe più probabile che l’uso di integratori a base di erbe, e l’analisi stratificata confermato questa ipotesi. I dati hanno anche dimostrato che i fornitori di cure non sono stati una grande influenza sul perché le donne hanno preso supplementi di erbe.

Si tratta di uno studio esplorativo in una zona dove non ci si limita la conoscenza esistente. Questo studio si aggiunge quindi a quella che è conosciuta sul tema, e può guidare i clinici quando stanno cercando di capire che cosa (se presente) integratori donne in popolazioni simili possono essere prendendo in gravidanza.

Conclusione

dichiarazioni

Ringraziamenti

Grazie alle donne che hanno partecipato allo studio, le levatrici di ricerca che hanno assistito con il reclutamento e l’immissione dei dati, in particolare Val Bryant e Ellen McIntyre, e di Sarah de Bomford che ha fatto la domanda che porta allo studio.

Interessi conflittuali

Gli autori dichiarano di non avere interessi in gioco.

Contributi degli autori

DF è stato coinvolto nel disegno dello studio e realizzazione, analisi dei dati e ha redatto il manoscritto. AD è stato coinvolto nel disegno dello studio, la realizzazione e il coordinamento, l’analisi dei dati e ha partecipato alla stesura del manoscritto. GW ha partecipato l’analisi dei dati, ricerche bibliografiche e ha contribuito alla stesura del manoscritto. MB è stato coinvolto nel disegno dello studio e realizzazione. EMC è stata coinvolta nel progetto di studio compresi gli strumenti ei processi di raccolta dati. Tutti gli autori hanno letto e approvato manoscritto finale.

Affiliazioni degli autori

Mother and Child Health Research, La Trobe University

Mercy Hospital per le donne

Riferimenti

  1. MacLennan A, Wilson D, Taylor A: Prevalenza e costo della medicina alternativa in Australia. Lancetta. 1996 2: 569-573. 10.1016 / S0140-6736 (96) 91.271-4. Vedi l’articolo Google Scholar
  2. MacLennan AH, Wilson DH, Taylor AW: Il costo crescente e la prevalenza della medicina alternativa. medicina preventiva. 2002 35: 166-173. 10,1006 / pmed.2002.1057. Vedi l’articolo Google Scholar
  3. Ernst E: erbe medicinali messi in contesto. BMJ. 2003 327: 881-882. 10.1136 / bmj.327.7420.881. Vedi l’articolo PubMed PubMed Central Google Scholar
  4. Eisenberg S, Davis R, S Ettner: Tendenze nel consumo di medicina alternativa negli Stati Uniti. JAMA. 1998 280: 1569-1575. 10,1001 / jama.280.18.1569. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  5. Organizzazione Mondiale della Sanità: Scheda N ° 134: La medicina tradizionale. [Http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs134/en/print.html]
  6. Drew AK: Problemi di sicurezza in medicina a base di erbe: implicazioni per le professioni sanitarie. MJA. 1997 166: 538-541. PubMed Google Scholar
  7. Henry A, Crowther C: Modelli di uso di farmaci durante e prima della gravidanza: lo studio MAP. Aust N Z J Obstet Gynaecol. 2000 40: 165-172. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  8. Maats F, Crowther C: Modelli di vitamine, minerali e supplemento di erbe prima e durante la gravidanza. Aust N Z J Obstet Gynaecol. 2002 42: 494-496. 10.1111 / j.0004-8666.2002.00494.x. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  9. Gibson P, R Powrie, Star J: l’uso di erbe e medicine alternative durante la gravidanza: una indagine in sezione trasversale. Ostetricia e Ginecologia. 2001 97: S44-S45. 10.1016 / S0029-7844 (01) 01.250-9. Google Scholar
  10. Nordeng H, Havnen G: l’uso di farmaci a base di erbe in gravidanza: un sondaggio tra 400 donne norvegesi. Farmacoepidemiologia e sicurezza dei farmaci. 2004 13: 371-380. 10.1002 / pds.945. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  11. Ernst E: medicinali a base di erbe durante pregnany: sono sicuri. BJOG. 2002 109: 227-235. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  12. MacLennan AH, Myers SP, Taylor AW: L’uso continuo di medicina complementare e alternativa in South Australia: i costi e le credenze nel 2004. MJA. 2006 184: 27-31. PubMed Google Scholar
  13. Kristoffersen S, P Atkin, Shenfield G: assorbimento di medicina alternativa (lettera alla direzione). Lancetta. 1996 347: 972-10,1016 / S0140-6736 (96) 91.460-9. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  14. Pinn G, Pallett L: Medicina di erbe in gravidanza. Le terapie complementari in Scienze infermieristiche e ostetriche. 2002 8: 77-80. 10,1054 / ctnm.2001.0620. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  15. Hemminki E, Mäntyranta T, Malin M, Koponen P: Un sondaggio sull’uso di farmaci alternativi durante la gravidanza. Scand J Soc Med. 1991 19: 199-204. PubMed Google Scholar
  16. Hepner DL, Harnett M, S Segal, Camann W, Bader A, Tsen L: l’uso di erbe nelle partorienti. Anesth Analg. 2002 94: 690-693. 10,1097 / 00000539-200203000-00039. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  17. Gharoro EP, Igbafe AA: Modello del consumo di droga tra i pazienti prenatali a Benin City, Nigeria. Med Sci Monit. 2000 6: 84-87. PubMed Google Scholar
  18. Hollyer T, H Boon, Georgousis A, Smith M, Einarson A: L’uso di CAM da parte delle donne che soffrono di nausea e vomito durante la gravidanza. BMC Complementary and Alternative Medicine. 2002 2: 1-6. 10,1186 / 1472-6882-2-5. Vedi l’articolo Google Scholar
  19. Tsui B, C Dennehy, Tsourounis C: Un sondaggio di utilizzo integratore alimentare durante la gravidanza ad un centro medico universitario. American Journal of Ostetricia e Ginecologia. 2001 185: 433-437. 10,1067 / mob.2001.116688. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  20. Centers for Disease Control: EpiInfo versione 6. 1993. Organizzazione Mondiale della Sanità Google Scholar
  21. Microsoft Coorporation: Microsoft ® accesso 2000. 2000 Google Scholar
  22. Stata Corporation: STATA analisi dei dati statistici. 2003 College Station, Texas, Stata Corporation, [http://www.stata.com] 8 Google Scholar
  23. Lemeshow S: analisi regeression logistici: manuale del corso: aprile 2004; Hobart. 2004 Lemeshow e Hosmer, 1: 214. Google Scholar
  24. Byrne M, S Semple, Coulthard K: uso Medicina complementare durante la gravidanza. Farmacista australiano. 2002 21: 954-959. Google Scholar
  25. Shenfield GM, Atkin PA, Kristofferson S: Medicina alternativa: un settore in salute in espansione. MJA. 1997 166: 516-517. PubMed Google Scholar
  26. Attard C, Kohli M, Coleman S, Bradley C, Hux M, G Atanackovic, Torrance G: Il peso della malattia di nausea e vomito di gravidanza negli Stati Uniti. American Journal of Ostetricia e Ginecologia. 2002 186: S220-S227. 10,1067 / mob.2002.122605. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  27. Lacroix I, Damase-Michel C, Lapeyre-Mestre M, Montastruc JL: Prescrizione di farmaci durante la gravidanza, in Francia. Lancetta. 2000 356: 1735-1376. 10.1016 / S0140-6736 (00) 03.209-8. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  28. Westfall RE: l’uso di erbe anti-emetico in gravidanza: le scelte delle donne, e la questione di una cassaforte e di efficacia. Le terapie complementari in Scienze infermieristiche e ostetriche. 2004 10: 30-36. 10.1016 / S1353-6117 (03) 00057-X. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar

storia pre-pubblicazione

Diritto d’autore

© Forster et al; licenziatario BioMed Central Ltd. 2006

Questo articolo è pubblicato sotto licenza di BioMed Central Ltd. Questo è un articolo Open Access distribuito sotto i termini della Creative Commons Attribution License (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0), che permette senza restrizioni l’uso, la distribuzione, e la riproduzione con qualsiasi mezzo, a condizione che l’opera originale sia correttamente citato.

Related posts

  • Cinese ricerca erboristeria …

    Estratto Eczema è una dermatite atopica recidivante cronica (AD) associate a prurito, disturbi del sonno e la scarsa qualità della vita del paziente. Trattamento di eczema include l’uso di emolliente, …

  • I medicinali a base di erbe in gravidanza …

    Aggiornato 26 APRILE 2016: Si può anche andare qui per ascoltare un episodio di mio podcast, naturale MD Radio, che accompagna questo articolo. “Così otto giorni di ritardo, eh. Devi essere sempre un po ‘…

  • Medicina di erbe cinesi per Postpartum …

    Medicina cinese a base di erbe per la depressione post-partum: Una revisione sistematica di studi clinici controllati randomizzati 1 School of Medicine preclinici, Beijing University of Chinese Medicine, Pechino 100029, …

  • Di camomilla Una medicina di erbe di …

    Astratta Parole chiave: camomilla, agenti dietetici, flavonoidi, polifenoli, la salute umana 1. Introduzione 2. BIOATTIVE COSTITUENTI di camomilla 3. SANITARI PREPRATIONS di camomilla 4. tradizionali …

  • erboristeria cinese è due volte …

    (NaturalNews) In una recensione pubblicata nel numero di dicembre della rivista Complementary Therapies in Medicine. donne che hanno ricevuto trattamenti di medicina a base di erbe cinesi erano due volte più probabilità di ottenere …

  • Medicina di erbe cinese per la …

    Medicina cinese a base di erbe per il trattamento dell’ipertensione correlate all’obesità Dipartimento di Cardiologia, Ospedale Guang’anmen, Accademia Cinese delle scienze mediche cinesi, Beixiange No. 5, Xicheng …